Home
 
 
Nati di notte sotto un cielo senza stelle
Autore
Contatti

Il brano di narrativa di Vander Penazzi ha sul lettore l'impatto, dirompente, che ogni autore si augura. Per la sua immediatezza comunicativa, tiene avvinti alla sua parola fino dalla prima riga e obbliga a procedere senza sosta verso la conclusione.
Il tema, forse autobiografico - la coincidenza del cognome dell'Autore e quello del suo personaggio, Giovanni, autorizza a credere -, non è certo nuovo ma l'esposizione è brillante e leggera, massimamente godibile e avvincente per la sapiente costruzione della frase, mai banale ma attenta ed efficace.
La prova certa della validità del testo è nell'esigenza spontanea di disporre di questo bell'esempio di narrativa, riccamente densa di richiami veristi di grande tradizione.
Assaggio perfetto di un romanzo che, per riprendere Stendhal, sa magnificamente raccontare con verità e chiarezza.

Marina Pratici
"Le voci del Cenacolo"

Copyright: Edizioni Anica Humana, 2014. Tutti i diritti sono riservati.